Accedi al portale - Non fai parte della nostra community? Registrati è gratis!
GeoLIVE
4/11/2023 18:28 - Il rollout degli aggiornamenti relativi alla moderazione è ancora in corso, e durerà fino alle 22:30 di lunedi, ci potranno essere sporadici disservizi nel corso della giornata.


 
/ Forum / PREGEO e DOCFA / RICONFINAZIONI / Riconfinazioni da mappa risolte con il calcolo com...
Forum

Parole da cercare:
Cerca su:

SEGUI ARGOMENTO

Pagine:  4 - Vai a pagina precedente

Argomento: Riconfinazioni da mappa risolte con il calcolo combinatorio

Autore Risposta

kemplen

Iscritto il:
02 Agosto 2018 alle ore 19:32

Messaggi:
1515

Località

 0 -  0 - Inviato: 21 Giugno 2022 alle ore 12:13

Carissimi tutti,
fino a che il gestore di Geolive non adotterà un efficace metodo di moderazione di questo forum, voglio seguire il suggerimento che ha dato Carlo Cinelli qualche post sopra, e cioè quello di rispondere solo ai contenuti tecnici e non a quelli polemici e denigratori. Ma lo farò con una leggera variante che prevede le seguenti tre modalità:

1) Ai post solo polemici e denigratori, come quelli di Rocco Diamante (rubino) e Gianni Tartabini (geoalfa), non rispondo per niente (come del resto faccio già da anni), tanto si qualificano da soli come unicamente rancorosi e privi di qualsiasi contento tecnico utile.

2) Ai post solo tecnici risponderò con le mie opinioni tecniche, senza alcun riferimento ad aspetti personali.

3) Ai post, come quelli che seguono, che prendono a pretesto argomenti tecnici per inserirvi attacchi personali, scindo le parti tecniche dalle insolenze. Alle prime rispondo tecnicamente, mentre le seconde le metto soltanto in evidenza a parte (alla fine), in modo che chi legge si renda conto dell’unico scopo rancoroso dei rispettivi autori.

Bene, fatta questa premessa inizio con:

------------------------ Risposte ai contenuti tecnici ---------------------

"Pippocad" ha scritto:
Per motivi che non conosco hai fatto del riconfino una ragione di vita. Secondo me hai puntato su un cavallo sbagliato..

Qual è il problema se io mi occupo di riconfinazioni? Ognuno si occupa di quello che vuole.

"Pippocad" ha scritto:
1_ Le riconfinazioni da mappa non sono e non potranno mai essere qualcosa di rigoroso inseribile in un algoritmo software.

Vedere sotto.

"Pippocad" ha scritto:
2_ Le riconfinazioni da mappa sono mediamente il 2% della professione di geometra (forse meno se si considera che su 100 lavori due dovrebbero essere di riconfinazione!).

Di quale geometra sono solo il 2%? Ci sono geometri che si sono specializzati in questa materia e ne hanno fatto la loro attività principale con risultati eccellenti anche dal punto di vista economico. Chi ha mai detto che le riconfinazioni devono costituire una fetta importante della professione di un geometra? Io scrivo di riconfinazioni qui e su altri forum di geometri perché si tratta di una materia per geometri. Chi è interessato ai miei post li legge, chi non si occupa di riconfinazioni li ignora.

Qual è il problema?
Il rancore?

"Pippocad" ha scritto:
3_Nell’ampio spettro delle mansioni del Geometra le riconfinazioni da mappa sono talmente marginali che lo stesso Manuale del Geometra Hoelpi su 2742 pagine ne parla su ben 1 pagine scarsa.

Ah beh, se neanche il Manuale del Geometra Hoepli ne parla, allora diciamo pure a tutti quei Committenti che vogliono ridefinire un confine incerto o conteso di rivolgersi ad altre categorie professionali.

"Pippocad" ha scritto:
4_L’articolo 950 del cc, che è bene ricordare è del 1942, mette le riconfinazioni da mappa all’ultimo posto dando più dignità alle testimonianze verbali.

Chi si occupa di riconfinazioni sa bene che nella maggioranza dei casi il giudice è costretto a far ricorso alla mappa proprio per la “mancanza di altri elementi” di cui recita l’art. 950. In tutti questi casi, infatti, manca qualsiasi elemento probatorio sia documentale che materiale e le testimonianze si equivalgono tra quelle a favore di una parte e quelle a favore dell’altra.

"Pippocad" ha scritto:
Le mette all’ultimo posto perché non c’è assolutamente un metodo esatto, rigoroso ed oggettivo per riconfinare su base mappa. Non esiste! Puoi scrivere 100.000 pagine ma il metodo non esiste.

Vedere sopra, le mappe sono relegate all’ultimo posto dell’art. 950 ma nella maggioranza dei casi sono l’unico elemento al quale il giudice può ricorrere.

"Pippocad" ha scritto:
… un metodo condiviso e rigoroso non lo trovi. Non esiste perché il rilievo delle mappe d’impianto si basa su una determinata strumentazione, su errori umani, su bravure o meno del tecnico rilevatore e sui limiti del disegno manuale su carta.
Ripeto: nel riconfinare vanno rigorosamente considerati i limiti degli strumenti di allora (catena agrimensoria, misure a passi, triplometro, apparato di Bessel, tavoletta Marinoni, teodoliti, ecc). Va anche tenuto conto di errori sistematici, grossolani, sensibilità degli strumenti e soprattutto i limiti umani! Limiti umani che ripeto, fino allo sfinimento, nel disegnare su carta sono:

Sempre chi si occupa di riconfinazioni sa bene che la mappa d’impianto (quella Italiana, non quella Austriaca) assume in sé l’espressione della volontà delle parti perché: 1) prima dei rilievi i tecnici catastali procedevano alle operazioni di delimitazione e terminazione alla presenza dei possessori i quali avallavano la posizione del confine e 2) a mappe ultimate queste venivano esposte presso il Comune e i possessori potevano oppure reclamo alla Commissione Censuaria.

Le linee della mappa d’impianto assumono pertanto valore probatorio indipendentemente dagli strumenti o dall’approssimazione che possono averle prodotte. Quelle sono e quelle vanno ricostruite, tutto ciò che è avvenuto in fase di formazione della mappa incide unicamente nel definire le tecniche più corrette per riprodurle sul terreno.

"Pippocad" ha scritto:
Arrogarsi il diritto di voler migliorare le precisioni (sensibilità degli strumenti, errori sistematici ed errori umani) è una forzatura gigantesca. Non c’è algoritmo che tenga. La mappa d'impianto va consultata alla sua scala nominale. Zummare sui pixel è una enorme quanto inutile forzatura.

Ah ok, allora tanto vale usare il righello e la mappa wegis, così sì che si è precisi.

Vorrei che quelli di voi interessati all’aspetto tecnico e non alle beghe personali riflettessero su questa evidenza:

Nel momento in cui il confine va ricostruito dalla mappa d’impianto (per “mancanza di altri elementi”), è evidente che si dovrà agire con la massima precisione possibile. Viceversa, farlo con i piedi, perché tanto la mappa contiene errori e approssimazioni, è un grave comportamento anti-professionale.

Essere precisi e meticolosi nella ricostruzione di una linea da mappa non significa ignorare la tolleranza insita in tale ricostruzione. A volte si tratta di una tolleranza anche notevole (in particolare per le dividenti di coltura) ed è corretto metterla in evidenza, sia al committente che al giudice (nelle cause legali). Tuttavia vi chiedo, avete mai visto un giudice (sempre in Italia, non in Austria) che sentenzia:

Il confine è qui ±90 cm da una parte o dall’altra?

Il giudice sentenzia:

Il confine è qui!

Punto.

La tolleranza, pertanto, è sì un elemento importante da tenere presente e da esibire opportunamente, ma entra in gioco solo nel caso di soluzione bonaria tra le parti. Voglio dire, se io sono uno dei confinanti in lite e penso che il confine vada spostato di 1 metro a mio favore, e il tecnico mi dice che c’è una tolleranza di 90 cm, sarò propenso ad addivenire ad un accordo.

Ma se, come capita spesso (e per motivi spesso avulsi dal confine), le due parti non vogliono saperne di scendere a patti, cosa facciamo? Tracciamo due confini a distanza di 90 cm uno dall’altro e sanciamo quella fascia come “terra di nessuno”?

"Pippocad" ha scritto:
Personalmente il metodo che ritengo migliore e difficilmente contestabile per le riconfinazioni da mappa è quello che ha già descritto più volte Carlo. Ovvero:
Si esegue il processo a ritroso che si è effettuato nel rilievo di confinazione. Difficile ma incontestabile. Da personalizzare caso per caso. Perché è una perizia specifica non una serie di algoritmi standard.

E chi ha mai detto che non sia quello il metodo da adottare? Certo che bisogna eseguire il processo a ritroso che è avvenuto all’atto della confinazione. Ma per fare questo occorre usare la massima precisione possibile. Se si deve ricostruire una linea di mappa … si deve ricostruire una linea di mappa. C’è poco da “personalizzare caso per caso”.

Bisogna seguire gli insegnamenti dei maestri Pier Domenico Tani e Aurelio Costa (a meno che non si sia “elevato” come Beppe Grillo, mi sembra che li segua tuttora anche Carlo Cinelli). Si deve dapprima correggere la deformazione della mappa applicando un’opportuna georeferenziazione derivante dal “Metodo Tani” e poi mettere in relazione punti omologhi mappa-realtà mediante rototraslazione come insegnava Costa.

Vi racconto un aneddoto.

Pochi mesi prima di morire (primi anni 2000) Pier Domenico Tani venne a trovarmi al SAIE di Bologna. Ma lo fece in incognito, nel senso che io, pur conoscendolo di fama (per le sue pubblicazioni), non lo avevo mai incontrato di persona. Lui si spacciò per un geometra qualsiasi e mi chiese di fargli vedere il mio software sulle riconfinazioni. In quel periodo io avevo appena implementato su Geocat la rototraslazione ai minimi quadrati utilizzando proprio un esempio del suo libro “Aspetti tecnici dell’azione di regolamento di confini”. Dopo aver visto la dimostrazione Tani mi rivelò la sua identità e mi fece i suoi complimenti per il software e l’algoritmo. Poi mi disse che aveva speso quella giornata a Bologna proprio per vedere se trovava dei software che lui ritenesse adeguati a risolvere le riconfinazioni in quanto voleva dotarsene.

Non so se avete colto la questione: Tani stesso cercava dei software che implementassero gli algoritmi corretti per migliorare e rendere più precise le elaborazioni necessarie nelle riconfinazioni.

Ma tra Tani e il Sudtirolese può essere che abbia ragione quest’ultimo e che non sia necessario nessun software e nessun algoritmo. Lascio valutare a voi che leggete chi dei due ha maggior autorevolezza in materia.

--------------- Farneticazioni da rancorosi che non meritano risposte.

"Pippocad" ha scritto:
La cosa che non riesci a capire è che i tuoi post non sono tecnici. Sono fanatici. A te non interessano le risposte tecniche. L’importante è che si continui a parlare di riconfinazione. Perché sei invasato. Spero che lo sei per scopi di business …anche se comincio a nutrire forti dubbi.

Puoi sfracellare le palle su un milione di forum…

Chiudo ricordandoti che sei talmente fanatico che vorresti, nel 2022, una nipotina riconfinatrice. Solidarietà alla tua nipotina. Spero per lei che non ti ascolti.

I tuoi post sembrano il cane che si morde la coda, ma quel cane a forza di mordere la coda è arrivato al culo e sta mangiando sé stesso. Buon appetito.

--------------- Fine delle farneticazioni da rancorosi ----------------------

Buona Estate.

geom. Gianni Rossi
Via B. Sacchi, 9
36061 - Bassano del Grappa (VI)
Responsabile corsi online del Collegio Geometri e G.L. di Padova
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@co**************
www.co**************
www.to************

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

rubino
.
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
3888

Località
Italia Meridionale

 0 -  0 - Inviato: 21 Giugno 2022 alle ore 12:39

Non sei tu che devi dirci cosa scrivere, noi ci atteniamo alle regole e queste non prevedono che non si possa interloquire con te, che ti piacciano o meno i testi. Sei un Forumista come tutti, non hai franchigie.

E piantala di dare ordini.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

Pippocad

Iscritto il:
26 Febbraio 2011

Messaggi:
924

Località
Südtirol

 0 -  0 - Inviato: 21 Giugno 2022 alle ore 14:04

"kemplen" ha scritto:
Alle prime rispondo tecnicamente, mentre le seconde le metto soltanto in evidenza a parte (alla fine), in modo che chi legge si renda conto dell’unico scopo rancoroso dei rispettivi autori.



Alle prime non hai risposto con sufficienza. Bocciato!

Le seconde sono già scritte da me e tutti sono in grado di leggerle e giudicare. Bocciato!

Game Over.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa

(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
11979

Località
-

 0 -  0 - Inviato: 21 Giugno 2022 alle ore 17:42

"kemplen" ha scritto:
Alle prime rispondo tecnicamente, mentre le seconde le metto soltanto in evidenza a parte (alla fine), in modo che chi legge si renda conto dell’unico scopo rancoroso dei rispettivi autori.




Continui a scrivere stronzate e distorcere la realtà, ad offendere e citare rancori, da par tuo!

Ma risulta evidente che usi geolive.org per scopi pubblicitari che altrimenti non hai leggibilità !!!

Ti auguro ogni bene

geoalfa

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Pagine:  4 - Vai a pagina precedente

Parole da cercare:
Cerca su:


 
Ultime guide:
DocFa Esportazione elenco subalterni (di geoalfa del 20/05/2024 19:42:51)
IN TEMA DI COSTRUZIONI SU SUOLO ALTRUI (di geoalfa del 07/05/2024 23:07:06)
Valore probatorio dati catastali SENTENZE (di geoalfa del 03/05/2024 18:58:31)
SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI (di geoalfa del 17/04/2024 08:07:41)

 
Ricerca moderatori per il forum:

Nell'ottica di migliorare la qualità dei post e ridurre i "flame", cerchiamo volontari per moderare uno o più forum di GeoLIVE, se siete interessati consultate direttamente il seguente post:

Grazie


 
Convertitore da PDF a libretto DAT:

Servizio gratuito che abbiamo realizzato per estrarre il libretto presente nel PDF rilasciato da SISTER e salvarlo come semplice file DAT da importare direttamente su PREGEO.

 


 
SOLIDARIETA':

 Donare non aiuta...SALVA!

Visita il sito dell'AVIS (www.avis.it) per maggiori informazioni.


 
Il nostro visualizzatore delle mappe catastali:


 
Amici:

STONEX

Progettazione e produzione di strumenti topografici di alta precisione

» Consulta l'elenco di tutti i nostri amici «

© 2003-2023 Ezio Milazzo e Antonino S. Cutri'
(Crediti)
HOME  |   FORUM  |   NEWS  |   EVENTI  |   FAQ  |   GLOSSARIO  |   GUIDE
RECENSIONI  |   NORMATIVA CATASTALE  |   ALTRE NORMATIVE  |   DOCUMENTI  |   DOWNLOADS
LINKS  |   BLOG
Chi siamo -  Contatti -  Informazioni legali -  Termini di utilizzo -  Proprietà intellettuale -  Privacy -  Informativa sui cookie