Accedi al portale - Non fai parte della nostra community? Registrati è gratis!
GeoLIVE
4/11/2023 18:28 - Il rollout degli aggiornamenti relativi alla moderazione è ancora in corso, e durerà fino alle 22:30 di lunedi, ci potranno essere sporadici disservizi nel corso della giornata.


 
/ Sondaggi / Forum / Pro o contro centrali nucleari in Italia ?
Sondaggi

Sondaggio del 14 Marzo 2011 alle ore 20:15 - Votanti: 23

Pro o contro centrali nucleari in Italia ?

Siete pro - contro Centrali nucleari in Italia ?

  • No assolutamente
     
    (78.26% - votanti: 18)
     
  • Si è l'unica alternativa al petrolio
     
    (13.04% - votanti: 3)
     
  • E' ancora prematura
     
    (0% - votanti: 0)
     
  • Forse un domani
     
    (8.7% - votanti: 2)
     

Commenti:

Devi essere un utente registrato per commentare!

Se fai già parte della nostra community usa il box in alto a destra o clicca qui per accedere con le tue credenziali, altrimenti clicca qui per registrarti, è gratis!!!


14 Marzo 2011 alle ore 20:15 - anonimo_leccese

L'emozione di quanto succede in Giappone non c'entra, ma son sempre stato contrario, ...non abbiamo le tecnologie mature per tenere a bada un'energia così immensa, se sfugge dalle mani son cavoli amari,...si ok è vero, quando andiamo in giro con l'auto inquiniamo e causiamo indirettamente tante malattie respiratorie, ma se vogliamo possiamo anche realizzare auto eco-sostenibili, con il nucleare siamo ancora all'ABC......ci crediamo troppo di essere degli dei. se non Dio :? :?
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
15 Marzo 2011 alle ore 09:36 - ALEMARO

sono contro a prescindere...... ma il problema semmai è : che succede se ci sono problemi con le centrali in Francia e Svizzera? Che forse le radiazioni si fermano al confine? 8O



vi ricordate Chernobyl? Comunque oltre alla paura della centrale di per se, il problema grosso, di cui non viene parlato, perchè forse sottovalutato è lo stoccaggio e la messa in sicurezza dei rifiuti altamente radioattivi (decadimento previsto: 700.000 anni...si settecentoMILA...) 8O 8O

ricrdiamoci che ancora stiamo avendo ( e chissà per quanto ne avremo ancora) dei grossi problemi per i rifiuti della centrale del brasimone, la quale non fece a tempo ad accendersi che fu subito disattivata...figuriamoci una centrale attiva!! :(



diciamo la verità una bella centrale nucleare da' da mangiare a molti ... un impianto eolico a pochissimi :( , un fotovoltaico a nessuno. :cry:



se ci fossero degli incentivi seri, metteremmo tutti il fotovoltaico sul tetto ed avremmo delle centrali a costo quasi zero.....ma già, e l'appalto? ed il sub sub sub sub appalto? e chi la costruisce la centrale? molti colleghi sono giovani e non ricordano la centrale idroelettrica voluta da una parte politica a

Edolo, il cui segretario (si dice) intascò tre bei miliarducci di allora...



fate le debite proporzioni con una centrale termonucleare, rapportate il tutto in euro e vedrete come mai i poilitici sono a favore...



tanto i soldi E LA SALUTE sono i nostri!!! :twisted: :twisted:



saluti

ale
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
15 Marzo 2011 alle ore 09:54 - anonimo_leccese

"ALEMARO" ha scritto:




tanto i soldi E LA SALUTE sono i nostri!!! :twisted: :twisted:



saluti

ale



Mica si nascondono in qualche bunker i politici, e anche se fosse non sarebbe sufficiente.......ne sarebbero vittima anche loro..per fortuna



Una centrale nucleare và accatastata con categoria D/1 ? E le planimetrie non sarebbero riservate ??
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
15 Marzo 2011 alle ore 12:11 - anonimo_leccese

Interessante quest'articolo.....



http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=26302
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
25 Marzo 2011 alle ore 11:40 - anonimo_leccese

Mi ricollego a questo.....



http://www.geolive.org/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=25175#141016





.. già ricostruita un'autostrada:



http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_25/Il-Giappone-della-rinascita-Sei-giorni-dopo-la-scossa-gia-ricostruita-un-autostrada_676ea27e-56a8-11e0-847d-b307f7e234b2.shtml







Ecco, in questo paese hanno un livello di serietà su cui non sò esprimere giudizi, data la sua grandezza, eppure è accaduto quello che ancora accade alle centrali nucleari......immaginate con la pressapochezza italiana cosa sarebbe successo ??? :x E cosa potrebbe accadere se veramente si mettono in testa di farle :!: :cry: Ammesso che le porteranno mai a completamento, credo la Magistratura dovrà dovrà darsi un gran da fare :wink:
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
25 Marzo 2011 alle ore 15:18 - GLAPA

Terribile quello che sta succedendo in giro per il mondo. L'uomo si sta autodistruggendo. Perchè non utilizzare l'intelligenza umana per consentire di vivere nei migliori dei modi?Inutile porre una domanda del genere, la risposta è scontata.Buon fine settimana a tutti.
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
25 Marzo 2011 alle ore 16:11 - treepwood_g

Io sono contro!

- Contro perché non siamo ancora padroni del nucleare, i recenti episodi ne sono testimoni.

- Contro perché siamo nel paese dei balocchi, dove appalti di quelle dimensioni non sono mai immuni alla mafia ragion per cui non si è certi del costruito.

- Contro perché studi hanno dimostrato che in un breve raggio 30-50km dalle centrali, nei bambini entro i 5 anni (quindi esenti da cattive abitudini o cattiva alimentazione), il rischio di leucemia aumenta del 76%.

- Contro perché tutti i pro nucleare, alla domanda "e se la centrale la facessero nel tuo paese?" danno per scontato che vengano fatte in altre remote regioni (quelli del nord a sud, quelli del sud a nord).

- Contro perché il costo della realizzazione delle strutture, dell'acquisto del materiale fissile, dello stoccaggio delle scorie è comunque enorme.

- Contro perché esistono molte energie alternative pulite.

- Contro perché sono a favore della condivisione dell'energia prodotta e non del monopolio.

- Contro perché io ai miei figli voglio lasciare l'opportunità di crescere in un mondo sano.



Questo è il mio pensiero, ho 27 anni, di motivi ne avrei ancora molti. Forse troppo giovane per capire tutti gli interessi, ma non troppo vecchio ed ottuso per credere e sognare in un mondo migliore.
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
25 Marzo 2011 alle ore 16:44 - GLAPA

"treepwood_g" ha scritto:
Io sono contro!

- Contro perché non siamo ancora padroni del nucleare, i recenti episodi ne sono testimoni.

- Contro perché siamo nel paese dei balocchi, dove appalti di quelle dimensioni non sono mai immuni alla mafia ragion per cui non si è certi del costruito.

- Contro perché studi hanno dimostrato che in un breve raggio 30-50km dalle centrali, nei bambini entro i 5 anni (quindi esenti da cattive abitudini o cattiva alimentazione), il rischio di leucemia aumenta del 76%.

- Contro perché tutti i pro nucleare, alla domanda "e se la centrale la facessero nel tuo paese?" danno per scontato che vengano fatte in altre remote regioni (quelli del nord a sud, quelli del sud a nord).

- Contro perché il costo della realizzazione delle strutture, dell'acquisto del materiale fissile, dello stoccaggio delle scorie è comunque enorme.

- Contro perché esistono molte energie alternative pulite.

- Contro perché sono a favore della condivisione dell'energia prodotta e non del monopolio.

- Contro perché io ai miei figli voglio lasciare l'opportunità di crescere in un mondo sano.



Questo è il mio pensiero, ho 27 anni, di motivi ne avrei ancora molti. Forse troppo giovane per capire tutti gli interessi, ma non troppo vecchio ed ottuso per credere e sognare in un mondo migliore.





Hai assolutissimamente ragione!!!!!! Se ci fosse almeno metà del pianeta che la pensasse come te.
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
28 Marzo 2011 alle ore 10:48 - salviotto

contro! .. i motivi li avete già detti, ma voglio aggiungere qualcosa: direi che anche la filosofia deve cambiare, non può essere un motivo propositivo dire che ce ne abbiamo molte poco al di là dei confini! se le facciamo pure noi saranno altre in più, quindi la tendenza sarebbe all'aumento e non alla diminuzione!



Ma quello che c'è di veramente filosofico da invertire è l'approccio alla vita che si riflette anche in questo ambito, ovvero il consumismo e le facili soluzioni ai problemi. Mi spiego meglio: le energie rinnovabili hanno una difficoltosa applicazione che necessità di un politica mirata ad una diffusione capillare dei dispositivi ( e penso al fotovoltaico ) e oltre tutto una diminuzione dei consumi tramite ottimizzazione, quindi senso di responsabilità da infondere ai cittadini ( anche qui servono politiche mirate, investimenti e controlli ). Mentre con il nucleare tutte queste rotture di scatole non ci sono si pianta una bella centrale che sforna un sacco di megawatt da distribuire e monopolizzare e si può consumare quanta corrente ci pare anzi la filosofia sarebbe quella di incentivare i consumi tramite la vendita di comodità (facile da vendere ).

Ma che dire? speriamo bene! ma visto che chi visse sperando morì come tutti sappiamo io voto contrario poichè è l'unica cosa che posso fare al momento!
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
28 Marzo 2011 alle ore 11:06 - palina83

Regola n.1: consumare di meno e non produrre più energia.



Regola n.2: mi sta bene pagare i debiti di mio padre, ma mio figlio non dovrà pagare i miei.



Ecco fatta la politica economica/energetica dei prossimi 15 anni.... secondo me!



Saluti a tutti
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
28 Marzo 2011 alle ore 12:36 - GLAPA

In merito a questo sondaggio ieri, ascoltando una trasmissione televisiva, ho sentito che la città di Copenaghen produce una quantità di energia pulita tale da riuscire ad alimentare tutta la città. Città ad impatto zero. Non potrebbe esser un'alternativa alle centrali?Buon lavoro a tutti.
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento
28 Marzo 2011 alle ore 12:42 - anonimo_leccese

"GLAPA" ha scritto:
In merito a questo sondaggio ieri, ascoltando una trasmissione televisiva, ho sentito che la città di Copenaghen produce una quantità di energia pulita tale da riuscire ad alimentare tutta la città. Città ad impatto zero. Non potrebbe esser un'alternativa alle centrali?Buon lavoro a tutti.





Da: Wikipedia :



Il 1º gennaio 2008 la Danimarca contava 5.475.791 abitanti. Non vengono realizzati censimenti ufficiali, ma i dati vengono aggiornati quotidianamente dal sistema informatico dell'Ufficio Anagrafico Centrale.



http://it.wikipedia.org/wiki/Danimarca#Popolazione
Devi essere un utente registrato per rispondere a questo commento


 
Ultime guide:
IN MERITO ALLE CONSULTAZIONI DELLE CARTOGRAFIE CATASTALI (di geoalfa del 12/07/2024 15:14:46)
ACCATASTAMENTO DEI FABBRICATI RURALI (di geoalfa del 28/06/2024 16:06:08)
03/12/13 DocFa - Compilazione dei Poligoni (di geoalfa del 19/06/2024 19:42:20)
𝐋𝐞 𝟒𝟎 𝐫𝐞  (di geoalfa del 15/06/2024 11:42:48)

 
Ricerca moderatori per il forum:

Nell'ottica di migliorare la qualità dei post e ridurre i "flame", cerchiamo volontari per moderare uno o più forum di GeoLIVE, se siete interessati consultate direttamente il seguente post:

Grazie


 
Convertitore da PDF a libretto DAT:

Servizio gratuito che abbiamo realizzato per estrarre il libretto presente nel PDF rilasciato da SISTER e salvarlo come semplice file DAT da importare direttamente su PREGEO.

 


 
SOLIDARIETA':

 Donare non aiuta...SALVA!

Visita il sito dell'AVIS (www.avis.it) per maggiori informazioni.


 
Il nostro visualizzatore delle mappe catastali:


 
Amici:

TipologieP10

Software gratuito per scegliere la tipologia adatta in pochi secondi senza sbagliare

» Consulta l'elenco di tutti i nostri amici «

© 2003-2023 Ezio Milazzo e Antonino S. Cutri'
(Crediti)
HOME  |   FORUM  |   NEWS  |   EVENTI  |   FAQ  |   GLOSSARIO  |   GUIDE
RECENSIONI  |   NORMATIVA CATASTALE  |   ALTRE NORMATIVE  |   DOCUMENTI  |   DOWNLOADS
LINKS  |   BLOG
Chi siamo -  Contatti -  Informazioni legali -  Termini di utilizzo -  Proprietà intellettuale -  Privacy -  Informativa sui cookie