Accedi al portale - Non fai parte della nostra community? Registrati è gratis!
GeoLIVE
26/10/2022 22:27 - Rimossi per ora tutti i banner pubblicitari di Google su tutto il sito

Clicca qui per avere maggiori dettagli sul motivo


 
/ Forum / Altro / SUGGERIMENTI E SEGNALAZIONI / Azione di regolamento dei confini
Forum

Parole da cercare:
Cerca su:

SEGUI ARGOMENTO

Pagine:  4 - Vai a pagina precedente

Argomento: Azione di regolamento dei confini

Autore Risposta

rubino
.
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
2982

Località
"Si è sempre meridionali di qualcuno"

Inviato: 21 Novembre 2022 alle ore 19:39

"robertopi" ha scritto:
Il politico dovevi fare.......il politico



Sta scherzando, kemplen (non l'aizzare che quello ci crede veramente).

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

cassini

Iscritto il:
22 Ottobre 2007

Messaggi:
51

Località

Inviato: 21 Novembre 2022 alle ore 22:09

"kemplen" ha scritto:

Non esiste alcuna contrapposizione tra esperienza sul campo e applicazione di concetti matematici, sono due aspetti complementari, non in contrasto tra loro. Un riconfinatore esperto, se è veramente esperto, sa bene che in certe fasi vanno applicati i corretti concetti matematici e non il fai-da-te. Quello che continua a sostenere Carlo (e vedo che su di te ha fatto presa) è che invece le due cose siano in antitesi. Ma non è così. Tani aveva talmente a cuore anche i concetti matematici da spendere una giornata a Bologna per cercare un software che li applicasse correttamente. Lo stesso dicasi per Costa che ha addirittura proposto lui stesso alcuni concetti matematici.

geom. Gianni Rossi
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@corsigeometri.it
www.corsigeometri.it
www.topgeometri.it



Lo ridico per l'ultima volta sperando tu capisca: l'antitesi è una iperbole.

Questo concetto lo sto usando mediaticamente perché in campagna ci vado spesso e vedo le risultanze degli altri messaggi catastocentrici che sono passati.

Li vedo i picchetti a meno di un metro da fosse camperecce ultraventennali e da muri di pietrame. Li vedo e capisco che li è morta la riconfinazione. Li è morta la corretta ricostruzione dei confini di prorietà.

E magari quei picchetti sono frutto di rototraslazioni mirabolanti e di georeferenziazioni spaziali.

Si, anche io faccio operazioni matematiche rigorose, ma ne conosco i limiti.

Non penso che quelle operazioni mi restituiranno una verità ma solo delle informazioni da confrontare con altri indizi ed elementi nella famosa soppesata.

E' normale e naturale che tu sia contro il fai-da-te.

Qual'è il tuo lavoro principale? Vendi software. Se non cercassi di far passare il messaggio a pro delle procedure automatizzate sarebbe esattamente come se l'Oste facesse la campagna contro l'alcool. Ci mancherebbe anche questa. Nessuno te lo chiede.

Ma il fai-da-te invece aumenta la criticità in chi lo esegue e aiuta a capire ogni passaggio e ogni fase di calcolo; pertanto è una procedura molto istruttiva ed educativa. Io sono cresciuto con il fai da te così come Pier Domenico Tani. Lui, come me, i suoi programmini se li era fatti in Basic su calcolatrici Sharp e dopo su PC in Gwbasic o come foglio di calcolo su Lotus 123.

Ma lasciamolo riposare in pace, per piacere. Ha ragione Pippo.

Poi è chiaro che ognuno di noi, almeno quelli che affrontano le procedure con criticità, confronta i propri risultati a quelli del software prescelto prima di acquistarlo e affidarcisi ciecamente.

Il problema molto più grave è esattamente l'opposto del fai-da-te ed è di coloro che si affidano acriticamente a un software perché gli rimane simaptico Gianni invece di Tony o Pino e/o viceversa.

Le differenze tra il fai-da-te e le procedure automatizzate sono solo e soltanto nei tempi di esecuzione e non nella precisione perché il calcolo, che io lo faccia a mano o con l'elaboratore elettronico, è esattamente lo stesso, così come il prelievo di coordinate attraverso il Cad o con software di georeferenziazione.

Lo stesso dicasi nell'uso di Pregeo. Se usato con attenzione e sapienza da esattamente gli stessi risultati del calcolo della rototraslazione ai minimi quadrati che restituiscono gli altri software.

Queste cose le dico perché tante volte mi sono confrontato con il mio collega di lavoro assolutamente contrario all'uso di software e le risultanze erano le stesse o con differenze molto marginali. La differenza, ripeto, è che io ci mettevo due ore e lui due giorni ma questa dilatazione di tempo, ho notato, lo portava a elucubrare tante riflessioni che io non facevo più. E non era positivo non farle più.

Quindi si ritorna al punto di partenza. Se un professionista ha le conoscenze di base corrette non ha bisogno di sistemi avanzatissimi per addivenire a dei risultati rigorosi.

Cordialmente

Carlo Cinelli

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

Pippocad

Iscritto il:
26 Febbraio 2011

Messaggi:
220

Località
Südtirol

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 10:32

Ottima disamina Carlo.

La versione corta (e più banale) di quello che hai scritto è:

Un bravo riconfinatore degli anni 70 (senza PC) arriva al medesimo risultato di un bravo riconfinatore degli anni 2022 con il PC.

Io faccio un enorme uso di software e tecnologia (GPS, stazione totale, sofware vari) e non potrei farne a meno. Ma è solo uno strumento in mano al riconfinatore non la soluzione del problema o l'esperienza che manca.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

rubino
.
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
2982

Località
"Si è sempre meridionali di qualcuno"

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 10:40

Farneticazioni. PRIMO! Che ho vinto?

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

robertopi

Iscritto il:
16 Dicembre 2004

Messaggi:
3386

Località
NAPOLI

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 11:02

"rubino" ha scritto:
Farneticazioni. PRIMO! Che ho vinto?







Clicca sull'immagine per vederla intera

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

kemplen

Iscritto il:
02 Agosto 2018 alle ore 19:32

Messaggi:
823

Località

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 12:01

"cassini" ha scritto:
Lo ridico per l'ultima volta sperando tu capisca: l'antitesi è una iperbole.

Chiedo scusa, in effetti non avevo capito che siamo passati alle "iperboli" e alle "parabole", ero rimasto fermo a interpretare l'italiano scritto.

"cassini" ha scritto:
Questo concetto lo sto usando mediaticamente perché in campagna ci vado spesso e vedo le risultanze degli altri messaggi catastocentrici che sono passati.
Li vedo i picchetti a meno di un metro da fosse camperecce ultraventennali e da muri di pietrame. Li vedo e capisco che li è morta la riconfinazione. Li è morta la corretta ricostruzione dei confini di prorietà.

Ma quali messaggi "catastocentrici"?

Se uno pianta i picchetti a meno di un metro da una fossa campereccia o da un muro in pietrame, alla controparte basterà dimostrare che quella fossa o quel muro costitisce il confine di fatto rispettato dalle parti nel tempo. Quello che ha piantato i picchetti perde la causa e la volta dopo si guarderà bene in giro prima di piantare i picchetti.

Dov'è il problema?

"cassini" ha scritto:
E magari quei picchetti sono frutto di rototraslazioni mirabolanti e di georeferenziazioni spaziali.

Ma quali rototraslazioni mirabolanti e georeferenziazioni spaziali?

Georeferenziazioni e rototraslazioni servono a ricostruire correttamente sul terreno il confine cartografico, ma nessuno ha mai detto che sia quello il confine di diritto. Lo diventa solo se non ci sono effettivamente altri elementi come recita l'art. 950 del codice civile.

Dov'è il problema?

Mi sembra quindi che, iperboli o non iperboli, siamo sempre alla solita contrapposizione, inventata, tra "qualsiasi mezzo di prova" e la ricostruzione cartografica.

"cassini" ha scritto:
Si, anche io faccio operazioni matematiche rigorose, ma ne conosco i limiti. Non penso che quelle operazioni mi restituiranno una verità ma solo delle informazioni da confrontare con altri indizi ed elementi nella famosa soppesata.

Sono d'accordo. In un topic tenuto su altro forum abbiamo discusso a lungo un caso in cui la ricostruzione cartografica differiva di alcuni metri da una recinzione posticcia nei pressi della quale sono anche "emersi" alcuni cippi spacciati come quelli d'impianto. Nessuno ha sostenuto a priori che il confine fosse la linea cartografica ricostruita, anzi, abbiamo analizzato a fondo la consistenza e la probatorietà di quei cippi.

"cassini" ha scritto:
Qual'è il tuo lavoro principale? Vendi software. Se non cercassi di far passare il messaggio a pro delle procedure automatizzate sarebbe esattamente come se l'Oste facesse la campagna contro l'alcool. Ci mancherebbe anche questa. Nessuno te lo chiede.

Permetterai che sia io a sapere qual è il mio lavoro principale e non uno che vive a oltre 300 km di distanza. La vendita dei software è attualmente l'ultima delle mie attività e consiste unicamente in qualche promozione online. Quello che mi interessa è che chi decide di fare il riconfinatore conosca le tecniche corrette qualora abbia la necessità di ricavare il confine cartografico. Gli algoritmi sviluppati nei miei software li ho spiegati con grande dettaglio sia nei corsi online che nei miei libri, e li ho resi disponibili gratuitamente su fogli di calcolo in modo che possano essere utilizzati da chiunque li ritenga corretti, senza che debba acquistare i miei software.

"cassini" ha scritto:
Ma il fai-da-te invece aumenta la criticità in chi lo esegue e aiuta a capire ogni passaggio e ogni fase di calcolo; pertanto è una procedura molto istruttiva ed educativa.

Concordo, ma qui vale sempre il discorso del "soggetto". C'è chi con il fai-da-te capisce e si istruisce ... e c'è chi con il fai-da-te continua per decenni a fare disastri.

"cassini" ha scritto:
Poi è chiaro che ognuno di noi, almeno quelli che affrontano le procedure con criticità, confronta i propri risultati a quelli del software prescelto prima di acquistarlo e affidarcisi ciecamente.
Il problema molto più grave è esattamente l'opposto del fai-da-te ed è di coloro che si affidano acriticamente a un software perché gli rimane simaptico Gianni invece di Tony o Pino e/o viceversa.

Concordo. Infatti è proprio per questo che organizzo corsi e scrivo libri, perché desidero che chi adotta le procedure che io propongo (ripeto, anche senza dover acquistare i miei software) sia consapevole di cosa fanno tali procedure.

"cassini" ha scritto:
Quindi si ritorna al punto di partenza. Se un professionista ha le conoscenze di base corrette non ha bisogno di sistemi avanzatissimi per addivenire a dei risultati rigorosi.

Concordo anche su questo. Ma nessuno nasce "imparato". Chi non ha ancora le conoscenze di base, e vuole acquisirle approcciando da novizio la materia, può trarre grande giovamento nell'applicare fin da subito le procedure corrette che qualcuno gli spiega. Viceversa, se parte con il fai-da-te, rischia di commettere svarioni enormi.

geom. Gianni Rossi
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@corsigeometri.it
www.corsigeometri.it
www.topgeometri.it

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

rubino
.
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
2982

Località
"Si è sempre meridionali di qualcuno"

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 12:22

"robertopi" ha scritto:
"rubino" ha scritto:
Farneticazioni. PRIMO! Che ho vinto?







Clicca sull'immagine per vederla intera



In questo senso?

www.youtube.com/watch?v=e5F2nEeJrAA

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

robertopi

Iscritto il:
16 Dicembre 2004

Messaggi:
3386

Località
NAPOLI

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 12:39

"rubino" ha scritto:
"robertopi" ha scritto:
"rubino" ha scritto:
Farneticazioni. PRIMO! Che ho vinto?







Clicca sull'immagine per vederla intera



In questo senso?

www.youtube.com/watch?v=e5F2nEeJrAA[/quo...

Non saprei, dipende dai gusti.....ma ti consiglio alla Scapece, sono sicuramente più buone.





ps: che professionisti poco seri che siamo qui si parla di cose serie e ce ne veniamo con le zucchine....mi bannerei

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

rubino
.
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
2982

Località
"Si è sempre meridionali di qualcuno"

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 14:38

È vero. È una vergogna.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

cassini

Iscritto il:
22 Ottobre 2007

Messaggi:
51

Località

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 18:06

L'idea di parlare di zucchine non è del tutto peregrina.

Cordialmente

Carlo Cinelli

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

Pippocad

Iscritto il:
26 Febbraio 2011

Messaggi:
220

Località
Südtirol

Inviato: 22 Novembre 2022 alle ore 20:14

Già. Ci stanno bene anche le zucche (vuote).

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa

(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
11410

Località
-

Inviato: 28 Novembre 2022 alle ore 22:35

Visto che Tony è impegnato e non ha ancora fatto lle dovute pulizie, in merito ripubblico questi link che penso utili per aspetti tecnici e giuridici nell'azione di regolamento dei confini :

cse.google.it/cse?cx=partner-pub-5056827...
da dove, evidenzio:
,
da Carlo Cinelli
https://www.geolive.org/normativa/corsi-e-indicazioni/2013/legami-tra-aspetti-tecnici-e-giuridici-nellazione-di-regolamento-dei-confini-carlo-cinelli-775/scarica/

da Leonardo Gualandi
www.geolive.org/normativa/corsi-e-indica...

Chi non lo gradisce può passare oltre e non leggere e soprattutto evitiamo di scrivere cose non gradevoli, grazie.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Pagine:  4 - Vai a pagina precedente

Parole da cercare:
Cerca su:


 
Ricerca moderatori per il forum:

Nell'ottica di migliorare la qualità dei post e ridurre i "flame", cerchiamo volontari per moderare uno o più forum di GeoLIVE, se siete interessati consultate direttamente il seguente post:

Grazie


 
Convertitore da PDF a libretto DAT:

Servizio gratuito che abbiamo realizzato per estrarre il libretto presente nel PDF rilasciato da SISTER e salvarlo come semplice file DAT da importare direttamente su PREGEO.

 


 
Emergenza Coronavirus:

In questo momento difficile vogliamo mettere in risalto due post sull'argomento il primo, iniziato da noi, strettamente inerente il nostro campo, il secondo, a mio giudizio, di interesse generale.

Ecco gli interventi sul forum:

 


 
SOLIDARIETA':

 Donare non aiuta...SALVA!

Visita il sito dell'AVIS (www.avis.it) per maggiori informazioni.


 
Il nostro visualizzatore delle mappe catastali:


 
Amici:

Studio Tecnico Guerra

Sviluppo di software topografico e catastale e rilievi topografici

» Consulta l'elenco di tutti i nostri amici «

© 2003-2015 Ezio Milazzo e Antonino S. Cutri'
Realizzazione: Taligent
HOME  |   NEWS  |   SONDAGGI  |   EVENTI  |   FAQ  |   FORUM  |   GLOSSARIO  |   GUIDE
RECENSIONI  |   NORMATIVA CATASTALE  |   ALTRE NORMATIVE  |   DOCUMENTI  |   DOWNLOADS
LINKS  |   GURU  |   FIDUCIALI E MISURATE  |   BLOG
Chi siamo -  Contatti -  Informazioni legali -  Termini di utilizzo -  Proprietà intellettuale -  Privacy -  Informativa sui cookie