Accedi al portale - Non fai parte della nostra community? Registrati è gratis!
GeoLIVE
4/11/2023 18:28 - Il rollout degli aggiornamenti relativi alla moderazione è ancora in corso, e durerà fino alle 22:30 di lunedi, ci potranno essere sporadici disservizi nel corso della giornata.


 
/ Forum / Altro / COMUNICAZIONI DA PARTE DELLO STAFF / Rendita presunta a ditta errata
Forum

Parole da cercare:
Cerca su:

SEGUI ARGOMENTO

Autore Rendita presunta a ditta errata

mikki
Michele

Iscritto il:
16 Maggio 2008

Messaggi:
5

Località
Benevento

 0 -  0 - Inviato: 12 Febbraio 2019 alle ore 19:56

Buonasera, a tutti
la mia domanda è relativa all'attribuzione della rendita presunta ad altra DITTA e successivamente volturata alla Ditta corretta il 26-01-2018 :

Premesso che:
Con “ VOLTURA D'UFFICIO del 24/07/2012 protocollo n. __0007397 in atti dal 26/01/2018 Registrazione: Sede: RETT ERR UFF ISCR R.P. N1_7_50/24/07/12 (n. 787.1/2018)” la unità immobiliare “di immobile: rendita presunta attribuita ai sensi dell'art. 19, comma 10, del dl 78/2010” veniva intestata al mio CLIENTE.
Quindi il procedimento di attribuzione delle rendita catastale presunta ai fabbricati mai dichiarati non è stata mai notificata nei confronti del mio CLIENTE, in quanto la rendita presunta, attribuita ai sensi dell’art.19, comma 10, del DL 78/210, con N._, particella N.__, sub. 6 è stata intestata a ALTRA DITTA, ed ad essa notificata a mezzo pubblicazione all’albo pretorio del comune di …….. conclusa il 29-01-2013, prot. ____023___60/2012.
Il nome del mio CLIENTE NON ERA inserito nell’elenco pubblicato, presso il Comune, ai sensi ai sensi del decreto legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2006, n. 286 e successive modificazioni.
Per il mio CLIENTE per l’ampliamento del proprio fabbricato è stata regolarmente presentata dichiarazione di aggiornamento catastale, secondo le modalità previste dall’art.19, comma 8 del decreto legge n.78 del 2010, come da “Ricevuta di Avvenuta Denuncia di Variazione” Protocollo n. __001_4_1 del 13-02-2018; Con la suddetta regolarizzazione si è provveduto al “ravvedimento operoso” ai sensi D.Lgs. 472/97, art. 13, c. 1, lett. b-ter e dell’art.11, c.7, D.L.16/2012, relativo alla violazione previste dall’art. 19, comma 8, del D.L. n.78/2010 versando ala somma di € 172,00 oltre interessi di mora di € 1,85.
Adesso con AVVISSO DI ACCERTAMENTO N. 01_66_0.001/2018, notificato il 23-12-2018 –Attribuzione di rendita catastale presunta, liquidazione di oneri e irrogazione di sanzioni- L’AGENZIA DEL TERRITORIO ha chiesto, al mio CLIENTE” il pagamento di € 675,33 relativo dei tributi speciali catastali, degli oneri ed irrogando le relative sanzioni amministrative catastali ( in quanto inserita nell’elenco pubblicato ai sensi ai sensi del decreto legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2006, n. 286 e successive modificazioni) e PER VIOLAZIONE DELLE NORME TRIBUTARIE (Art.16 DLgs n.472/1997).
A mio avviso si può procedere al suo annullamento e/o rettifica in quanto:
• Il procedimento di attribuzione delle rendita catastale presunta ai fabbricati mai dichiarati non è stata a nome del mio CLIENTE e non e stata mai notificata nei confronti suo confronti;
• Per gli oneri relativi alla violazione previste dall’art. 19, comma 8, del D.L. n.78/2010 si è provveduto alla regolarizzazione con il “ravvedimento operoso” ai sensi D.Lgs. 472/97, art. 13, c. 1, lett. b-ter e dell’art.11, c.7, D.L.16/2012, con il versamento della somma di € 172,00 oltre interessi di mora di € 1,85.

Grazie anticipatamente per la risposta.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Autore Risposta

EALFIN

Iscritto il:
03 Dicembre 2006

Messaggi:
4043

Località

 0 -  0 - Inviato: 13 Febbraio 2019 alle ore 20:03

Se hai presentato il Docfa richiedendo il ravvedimento operoso che data hai messo come ultimazione lavori?

Nel senso che com'è possibile che tra la data di ultimazione delle opere e la data di presentazione del Docfa sono passati meno di 5 anni, durante i quali il Catasto ha avuto il tempo attribuire la rendita presunta a causa dell'inerzia di coloro i quali dovevano provvedere ovvero di coloro che avevano ricevuto l'invito ad adempiere, mai posto in essere?

Insomma io penso che il ravvedimento operoso che hai pagato non credo che potevi/dovevi pagarlo in quanto una volta attribuita la rendita presunta dovrebbe scattare automaticamente la sanzione.

Mi pare di ricordare che la rendita presunta veniva attribuita dal Catasto dopo che l'immobile fosse stato iscritto nell'apposito elenco e dopo che l'intestatario catastale sia stato invitato ad adempiere nel termine previsto dalla norma oltre il quale il Catasto, in caso di inerzia, aveva il potere di attribuire la rendita presunta, quindi di sanzionare l'inadempiente.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Parole da cercare:
Cerca su:


 
Ultime guide:

 
Ricerca moderatori per il forum:

Nell'ottica di migliorare la qualità dei post e ridurre i "flame", cerchiamo volontari per moderare uno o più forum di GeoLIVE, se siete interessati consultate direttamente il seguente post:

Grazie


 
Convertitore da PDF a libretto DAT:

Servizio gratuito che abbiamo realizzato per estrarre il libretto presente nel PDF rilasciato da SISTER e salvarlo come semplice file DAT da importare direttamente su PREGEO.

 


 
SOLIDARIETA':

 Donare non aiuta...SALVA!

Visita il sito dell'AVIS (www.avis.it) per maggiori informazioni.


 
Il nostro visualizzatore delle mappe catastali:


 
Amici:

TariffeCatastali

Consultazione tariffe d'estimo catastali

» Consulta l'elenco di tutti i nostri amici «

© 2003-2023 Ezio Milazzo e Antonino S. Cutri'
(Crediti)
HOME  |   FORUM  |   NEWS  |   EVENTI  |   FAQ  |   GLOSSARIO  |   GUIDE
RECENSIONI  |   NORMATIVA CATASTALE  |   ALTRE NORMATIVE  |   DOCUMENTI  |   DOWNLOADS
LINKS  |   BLOG
Chi siamo -  Contatti -  Informazioni legali -  Termini di utilizzo -  Proprietà intellettuale -  Privacy -  Informativa sui cookie