Condividi pagina su: Accedi al portale - Non fai parte della nostra community? Registrati è gratis!
GeoLIVE

 
/ Forum / PREGEO e DOCFA / PRINCIPIANTI ALLO SBARAGLIO / Magazzino C2 sotto terreno agricolo
Forum

Parole da cercare:
Cerca su:

SEGUI ARGOMENTO

Autore Magazzino C2 sotto terreno agricolo

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 00:32

Salve a tutti, ho un problema che non mi è mai capitato e che vorrei affrontare con Voi se possibile.

Mi trovo nel bel mezzo di un contenzioso tra confinanti. Uno dei due ha un magazzino semi-interrato, aperto solo sul lato di ingresso, ricavato all'interno di un'antica grotta scavata nel tufo. La stessa è identificata al catasto terreni come "Particella xxx - ente urbano" e ai fabbricati come "Particella xxx - C2". A questo punto vi chiedo, il proprietario di un magazzino semi-interrato, posto sotto un terreno agricolo è evidentemente proprietario anche del terreno sul quale insiste il magazzino stesso (particella xxx - ente urbano), ma relativamente al terreno che invece è posto sopra la sua proprietà. Esso è proprietario anche della porzione di terreno dato dalla proiezione sul suo soprasuolo dell'ingombro in pianta del magazzino (anche se in questo caso interrata) ??

Premetto che non ci sono contratti di servitù in quanto il magazzino, i terreni limitrofi e i sovrastanti, sono stati generati dal frazionamento di un'unica proprietà.

Non so se sono riuscito ad inquadrare bene la problematica, ma se avete esperienze in tal senso mi piacerebbe confrontarmi.

Grazie a tutti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Autore Risposta

totonno

Iscritto il:
19 Maggio 2006

Messaggi:
4304

Località
Firenze

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 09:21

Devi leggere l'atto di compravendita che ha generato il trasferimento di diritti del seminterrato separandolo dal terreno agricolo. Inoltre, se catastalmente non è stata stralciata dal terreno agricolo la superficie sopra il magazzino essa è probabilissimo sia rimasta in carico al proprietario della particella agricola. La particella che identifica il magazzino, deve essere racchiusa tra parentesi e rappresentata puntinata nella mappa.

Ciao.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 09:43

Ciao.

Ti ringrazio intanto per la tua cortese risposta.

L'atto di compravendita recita "piena proprietà" della particella xxx - Magazzino Categoria C2, oltre ad altri terreni e pertinenze lomitrofe.

La stessa, sulla mappa è cartografata come tu stesso mi dici, puntinata e con il mappale tra parentesi (XXX).

Dal frazionamento eseguito negli anni '90, appare evidente che la superficie del magazzino interrato, non è stata stralciata da quella del terreno agricolo sovrastante.

Questo cosa ti porta a dedurre ??

Grazie ancora.

saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

totonno

Iscritto il:
19 Maggio 2006

Messaggi:
4304

Località
Firenze

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 10:43

Le tue informazioni mi portano a dedurre che solo il magazzino interrato è stato trasferito. Quindi l'interrato e l'intero terreno agricolo compreso la porzione sopra il magazzino, hanno proprietà distinta.

Saluti immagazzinati.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 16:39

Esattamente Totonno, i due beni hanno proprietà distinta

per cui il suolo (terreno agricolo) è di una proprietà, il sottosuolo (magazzino C2) è di altro proprietario.

La cosa è controversa a mio parere sia dal punto di vista catastale che legale.

attendo consigli

Saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

totonno

Iscritto il:
19 Maggio 2006

Messaggi:
4304

Località
Firenze

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 16:56

Come giustamente consigliato da Emanuele riporto di seguito il quesito di Leofil con copia-incolla, altrimenti non si capisce niente.


Salve a tutti, riallacciandomi al mio post precedente, e trovandomi nella necessità di rispondera rapidamente ad alla problematica, Vi chiedo, se secondo Voi è possibile in sede di frazionamento staccare una particella in qualità "282" ente urbano, posta sotto un terreno agricolo (anticamente era una grotta ora divenuto C2),

Grazie a chiunque possa aiutarmi.

saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

bioffa69

Iscritto il:
23 Settembre 2009

Messaggi:
3652

Località
BRESCIA

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 17:00

...per quanto hai spiegato fino adesso non esiste niente di controverso, il mappale fra parentesi identifica il solo fabbricato interrato di prop. x mentre il terreno sovrastante e' di prop. y, ....se il terreno non e' compravenduto cosi' e' corretto sia dal punto di vista legale che catastale.



...non hai spiegato come sia nata la cosa, forse hai qualche dubbio su questo??? come ha fatto x a diventare prop. del fabbricato interrato???

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 17:15

bioffa69
Praticante
Iscritto il: 23 Settembre 2009

Messaggi: 2766






Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 13:36



..premesso che avresti dovuto continuare la discussione sul post che gia' hai aperto....



a parte questo.....prima dico che dici due cose contrastanti, prima vuoi staccare una particella 282 e poi dici che la stessa e' gia' un c/2....per cui non si capisce...



e secondo diciamo che tu vorresti piu' o meno costituire un'area urbana interrata! gia' presente nel bestiario catastale del forum....



...forse quello che dici si potra' fare quando le mappa saranno in 3d!!!



Saluti
Salve Bioffa69, ti ringrazio per le tue puntualizzazioni e mi scuso per la confusione creata.

Ma ti spiego:

mi ritrovo a dover mettere mano ad un frazionamento della metà degli anni '90, dove il tecnico redattore ha creato questo benedetto ente urbano sotto un terreno agricolo. Questo quando c'era un unico prprietario.

Un successivo frazionamento e una compravendita, hanno "purtroppo" diviso tra due prorpietari il magazzino interrato dal terreno agricolo sovrastante. E di qui varie vicissitudini legali per rapporti di "Buon Vicinato".

In sintesi: è giusto che il tecnico abbia creato un "ente urbano" sotto un terreno agricolo?

Grazie a tutti e saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

bioffa69

Iscritto il:
23 Settembre 2009

Messaggi:
3652

Località
BRESCIA

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 17:23

...adesso e' piu' chiara la situazione.....la risposta e' si! la procedura e' corretta, il fabbricato era interrato e cosi' e'stato denunciato, la parte sovrastante rimane il mappale originale che non cambia di sup, proprio perche' il fabbricato e' interrato.



per cui il fabbricato interrato e' di una ditta, visto che e' stato compravenduto, mentre il terreno sovrastante rimane della ditta originaria.....



..se il venditore avesse voluto vendere anche la parte sovrastante, avrebbe dovuto procedere ad un frazionamento identificando cosi' l'area con un suo mappale e superf., cosi' non e' stato e pertanto non ha venduto il terreno .



Saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 18:32

In conseguenza di quanto sopra, e alla luce delle mie pur scarse conoscenze del diritto della superficie, in virtù dell'art. 955 del Codice Civile, nel momento delle vendità del magazzino, il proprietario originario, lo stesso per la particella di terreno e del magazzino stesso, non avrebbe dovuto costituire un rapporto di superficie, alienando la proprietà del magazzino C2, separandolo dalla proprietà del suolo?



Saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

totonno

Iscritto il:
19 Maggio 2006

Messaggi:
4304

Località
Firenze

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 18:53

"leofil" ha scritto:
In conseguenza di quanto sopra, e alla luce delle mie pur scarse conoscenze del diritto della superficie, in virtù dell'art. 955 del Codice Civile, nel momento delle vendità del magazzino, il proprietario originario, lo stesso per la particella di terreno e del magazzino stesso, non avrebbe dovuto costituire un rapporto di superficie, alienando la proprietà del magazzino C2, separandolo dalla proprietà del suolo?

Saluti



Forse capisco dove vuoi arrivare. Ma non è così. Chi ha comprato il magazzino non ha comprato un diritto di superficie, ma un bene interrato con sopra un terreno agricolo di altrui proprietà. Se l'intento dell'acquirente fosse stato quello di acquistare anche il terreno soprastante non avrebbe dovuto firmare l'atto così come è stato scritto. Ti sei chiesto come mai è stata costituita una particella tra parentesi e invece non è stata stralciata una normale particella dal terreno agricolo? Come tu solo puoi verificare anche i documenti sono stati prodotti per vendere solo il magazzino senza il terreno soprastante, e le parti avevano entrambi quella volontà, sottoscrivendo l'atto in tal senso.

Saluti interrati.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 16 Ottobre 2012 alle ore 20:06

relativamente a quanto sopra, aggiungo quanto segue:

una grotta antropica, scavata anticamente nella roccia, trovandosi allo stato di rustico, cioè allo stato naturale, presente nelle mappe di impianto e graffata ad una particella distinta al catasto terreni come Fabricato Rurale, può essere secondo Voi, in sede frazionamento e di inserimento al catasto fabbricati, inserita come C2?

Ancora: vi sembra normale che a seguito di frazionamento (anno '97 circa) un terreno corte di enti urbani, classificato fabricato rurale, sia stato passato d'ufficio ad "incolto ed improduttivo" dall'Agenzia del Territorio, il giorno successivo all'approvazione del tipo?

Grazie ancora a tutti.



saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

bioffa69

Iscritto il:
23 Settembre 2009

Messaggi:
3652

Località
BRESCIA

Inviato: 17 Ottobre 2012 alle ore 08:18

"leofil" ha scritto:
una grotta antropica, scavata anticamente nella roccia, trovandosi allo stato di rustico, cioè allo stato naturale, presente nelle mappe di impianto e graffata ad una particella distinta al catasto terreni come Fabricato Rurale, può essere secondo Voi, in sede frazionamento e di inserimento al catasto fabbricati, inserita come C2? saluti



...mai accatastata una grotta, suppongo sia una particolarita' del posto e forse non si tratta di un unico caso....io fossi in te mi informerei presso la tua Agenzia (anche se non vedo alternative ad un c/2).


"leofil" ha scritto:
... vi sembra normale che a seguito di frazionamento (anno '97 circa) un terreno corte di enti urbani, classificato fabricato rurale, sia stato passato d'ufficio ad "incolto ed improduttivo" dall'Agenzia del Territorio, il giorno successivo all'approvazione del tipo?






...questo potrebbe essere normale, nel senso, mi sembra di capire che la corte e' stata frazionata col tipo, la stessa resta dio qualita' fr fino a quando non se ne chiede la modifica con istanza ao docte all'agenzia, puo' anche essere che in relazione del tipo si sia chiesto il passaggio della corte a seminativo, sicuramente non poteva essere fr



saluti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

leofil

Iscritto il:
14 Giugno 2007

Messaggi:
17

Località
Viterbo

Inviato: 17 Ottobre 2012 alle ore 10:17

Grazie Bioffa della cortesia e professionalità delle tue risposte.

Relativamente alle grotte, nel territorio dove opero ne sono presenti migliaia, per buona parte tutte accatastate, a volte C/2 in altri casi B/8. Quello che mi sembrava anomalo è un accatastamento diretto in C/2 di una grotta allo stato rustico. Oggi a vedere lo stato di fatto, anche io gli avrei dato questa categoria, perchè ne presenta i requisiti, ossia pavimentazione, intercapedine contro l'umidità, tinteggiatura ecc, ma allo stato di rustico vedevo megli un B/8. Che ne pensi.

Saluti e grazie ancora

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Parole da cercare:
Cerca su:


 
Amici:

Nicola Paolo Maria Ramundo

Sviluppo software per Topografia, PreGeo, DocFa, CAD 2D/3D

» Consulta l'elenco di tutti i nostri amici «

© 2003-2014 Ezio Milazzo e Antonino S. Cutri'
HOME  |   NEWS  |   SONDAGGI  |   EVENTI  |   FAQ  |   FORUM  |   GLOSSARIO  |   GUIDE
RECENSIONI  |   NORMATIVA CATASTALE  |   ALTRE NORMATIVE  |   DOCUMENTI  |   DOWNLOADS
LINKS  |   GURU  |   FIDUCIALI E MISURATE  |   BLOG
Chi siamo -  Contatti -  Informazioni legali -  Termini di utilizzo -  Proprietà intellettuale -  Privacy Realizzazione: antoninocutri.com