Condividi pagina su: Accedi al portale - Non fai parte della nostra community? Registrati è gratis!
GeoLIVE

 
/ Forum / PREGEO e DOCFA / CIRCOLARI E NORMATIVE / Per i professionisti obbligatoria la polizza antir...
Forum

Parole da cercare:
Cerca su:

SEGUI ARGOMENTO

Pagine:  3 - Vai a pagina precedente successiva

Argomento: Per i professionisti obbligatoria la polizza antirischi

Autore Risposta

lecisdavide

Iscritto il:
03 Marzo 2005

Messaggi:
19

Località

Inviato: 07 Ottobre 2011 alle ore 14:24

Ma non è già obbligatoria dal 2006 (vado a memoria). Mi sembra che era compresa nel Decreto Bersani. In ogni caso mi ricordo di averla stipulata ai tempi del Governo Prodi, perchè fu introdotto l'obbligo.
Ma a quanto pare sono tra i pochi "fessi" a pagare!!
Non capisco però come mai, spesso e volentieri, vengano fatte leggi che ribadiscono esattamente i concetti di altre norme già vigenti, il tutto sbandierandole come una grande novità....pura propaganda.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

dado48
(GURU)

Iscritto il:
24 Novembre 2005

Messaggi:
1920

Località
Terzo pianeta del Sistema Solare

Inviato: 19 Novembre 2011 alle ore 17:28

Riporto l'Art. 10 della Legge in oggetto:

LEGGE 12 novembre 2011 , nº 183
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2012). (11G0234)
(GU n. 265 del 14-11-2011 - Suppl. Ordinario n.234)
(note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/01/2012)

Art. 10
Riforma degli ordini professionali e società tra professionisti
1. All'articolo 3, comma 5, alinea, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, le parole: «Gli ordinamenti professionali dovranno essere riformati entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto per recepire i seguenti principi:» sono sostituite dalle seguenti: «Con decreto del Presidente della Repubblica emanato ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, gli ordinamenti professionali dovranno essere riformati entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto per recepire i seguenti principi:».
2. All'articolo 3 del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, dopo il comma 5 é inserito il seguente:
«5-bis. Le norme vigenti sugli ordinamenti professionali sono abrogate con effetto dall'entrata in vigore del regolamento governativo di cui al comma 5».
3. é consentita la costituzione di società per l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico secondo i modelli societari regolati dai titoli V e VI del libro V del codice civile.
4. Possono assumere la qualifica di società tra professionisti le società il cui atto costitutivo preveda:
a) l'esercizio in via esclusiva dell'attività professionale da parte dei soci;
b) l'ammissione in qualità di soci dei soli professionisti iscritti ad ordini, albi e collegi, anche in differenti sezioni, nonché dei cittadini degli Stati membri dell'Unione europea, purché in possesso del titolo di studio abilitante, ovvero soggetti non professionisti soltanto per prestazioni tecniche, o per finalità di investimento;
c) criteri e modalità affinché l'esecuzione dell'incarico professionale conferito alla società sia eseguito solo dai soci in possesso dei requisiti per l'esercizio della prestazione professionale richiesta; la designazione del socio professionista sia compiuta dall'utente e, in mancanza di tale designazione, il nominativo debba essere previamente comunicato per iscritto all'utente;
d) le modalità di esclusione dalla società del socio che sia stato cancellato dal rispettivo albo con provvedimento definitivo.
5. La denominazione sociale, in qualunque modo formata, deve contenere l'indicazione di società tra professionisti.
6. La partecipazione ad una società é incompatibile con la partecipazione ad altra società tra professionisti.
7. I professionisti soci sono tenuti all'osservanza del codice deontologico del proprio ordine, cosi' come la società é soggetta al regime disciplinare dell'ordine al quale risulti iscritta.
8. La società tra professionisti puo' essere costituita anche per l'esercizio di più attività professionali.
9. Restano salvi i diversi modelli societari e associativi già vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge.
10. Ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, il Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, entro sei mesi dalla data di pubblicazione della presente legge, adotta un regolamento allo scopo di disciplinare le materie di cui ai precedenti commi 4, lettera c), 6 e 7.
11. La legge 23 novembre 1939 ([size=9]Nota 1[/size]), n. 1815, e successive modificazioni, é abrogata.
12. All'articolo 3, comma 5, lettera d), del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138 ([size=9]Nota 2[/size]), convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, le parole: «prendendo come riferimento le tariffe professionali. é ammessa la pattuizione dei compensi anche in deroga alle tariffe» sono soppresse.


(Nota 1) Qui sotto il Link alla Legge 23/11/1939, nº 1815, abrogata:

www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=legge%202...

(Nota 2) Qui sotto l'Art.3, Comma 5, Lettera "d" del Decreto-Legge 13 agosto 2011, n. 138, come modificato:

d) Il compenso spettante al professionista e' pattuito per iscritto all'atto del conferimento dell'incarico professionale. Il professionista è tenuto, nel rispetto del principio di trasparenza, a rendere noto al cliente il livello della complessità dell'incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell'incarico. In caso di mancata determinazione consensuale del compenso, quando il committente e' un ente pubblico, in caso di liquidazione giudiziale dei compensi, ovvero nei casi in cui la prestazione professionale e' resa nell'interesse dei terzi si applicano le tariffe professionali stabilite con decreto dal Ministro della Giustizia;

Riporto infine l'Art. 14 della Legge 12 novembre 2011, n. 183:

Art. 14
Riduzione degli oneri amministrativi per imprese e cittadini
10. I soggetti in contabilità semplificata e i lavoratori autonomi che effettuano operazioni con incassi e pagamenti interamente tracciabili possono sostituire gli estratti conto bancari alla tenuta delle scritture contabili.
11. I limiti per la liquidazione trimestrale dell'IVA sono i medesimi di quelli fissati per il regime di contabilità semplificata.


Ciao, buon lavoro a tutti.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

vordcienpion

Iscritto il:
02 Giugno 2008

Messaggi:
1511

Località

Inviato: 27 Gennaio 2012 alle ore 18:57

Salve a tutti,
sono dipendente di uno studio tecnico, e il sabato e la domenica ho il mio timbro e faccio i miei lavoretti, che mi bastano giusto per pagarmi le tasse mettere da parte qualcosina per investire sui software etc. Gia faccio fatica a pagare la cassa geometri, perchè 3.200 annui son comunque pesanti, se in più aggiungo anche 500/600 € di assicurazione, diventa ancora peggio, e non voglio andare ad incidere sul costo ai clienti

A cosa si va incontro non stipulando la polizza? Oppure, sapete se è possibile fare una polizza solamente quando necessaria, ossia per ogni lavoro?

Saluti a tutti

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa
(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
8919

Località
San Severino Marche

Inviato: 27 Gennaio 2012 alle ore 19:25

La polizza assicurativa l'ho stipulata già da 10 anni, quando ancora non c'era la convenzione fra il CNG e le socità assicuratrici che c'è ora!

se uno vuole stare tranquillo, stipulare una polizza non solo è un dovere, ma ritengo anche un diritto dei familiari e dei clienti e d'ora in poi quando si dovrà predisporre il disciplinare di incarico, va indicato sia l'importo dell'onorario pattuito e gli estremi della polizza!

Il cliente sarà garantito, quindi dovrà subirne anche gli oneri, mi sembra giusto!

e che c..... solo i diritti?

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

vordcienpion

Iscritto il:
02 Giugno 2008

Messaggi:
1511

Località

Inviato: 27 Gennaio 2012 alle ore 19:40

Si Gianni, ti do perfettamente ragione.

Ma mi troverei magari ad avere una polizza aperta e onerosa per pochi lavori.

E credimi tra cassa, rate di auto, affitti, luce etc...non è semplice, ecco perchè chiedevo se era possibile stipularla singolarmente, o a cosa si andava incontro non stipulandola.

Alla fine, faccio lavori abbastanza semplici, prendessi un grosso cantiere, la farei ad occhi chiusi!!

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

robeci

Iscritto il:
09 Gennaio 2005

Messaggi:
804

Località
Toscana

Inviato: 27 Gennaio 2012 alle ore 20:05

fare la polizza professionale, è una forma di rispetto verso il cliente

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

vordcienpion

Iscritto il:
02 Giugno 2008

Messaggi:
1511

Località

Inviato: 27 Gennaio 2012 alle ore 21:12

Robeci,non lo metto in dubbio.

Voglio solo sapere, se possibile, se la polizza sarebbe fattibile per singolo lavoro, e a cosa si va incontro se non la si stipula.
E ripeto, svolgendo lavori abbastanza semplici, certe volte non ne vedo l'utilità.

Quella convenzionata con il Colleggio, copre un massimale di 500.000 €, e costa 500 euro annui...non son pochi!!

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa
(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
8919

Località
San Severino Marche

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 09:31

"vordcienpion" ha scritto:
Voglio solo sapere, se possibile, se la polizza sarebbe fattibile per singolo lavoro, e a cosa si va incontro se non la si stipula. .....
Quella convenzionata con il Collegio, copre un massimale di 500.000 €, e costa 500 euro annui ... non son pochi!!


Fare polizze assicurative personalizzate è sempre nelle facoltà di chi le sottoscrive, ma non credo sia tanto agevole e vantaggioso!

Le polizze convenzionate dal Collegio e/o dal Consiglio Nazionale hanno il vantaggio che sono sicuramente state analizzate più in dettaglio rispetto a quelle che si può stipulare personalmente, almeno per la maggior parte.

Il consiglio che posso dare nella stipula è che deve essere ben scritto l'arco temporale della copertura a garanzia!

e mi spiego:
Le compagnie assicuratrici puntano ad assicurare il danno provocato nel periodo di tempo coperto dalla rata pagata e questo non va assolutamente bene, perchè p.e.:

se un danno è provocato nel periodo in cui si è coperti, gli effetti in genere si scopre dopo un certo tempo, e magari succede che la polizza non è stata rinnovata, risultato l'assicurazione non pagherà, adducendo che non pagate più !

però rimane il fatto che mentre avete commesso il danno, avete pagato la polizza per coprire l'eventuale inconveniente, anche di un certo "peso"!!

non so se sono stato sufficientemente chiaro!

ma se non "legate" la polizza che deve garantire la responsabilità civile compresa nel periodo in cui il lavoro è stato eseguito, difficilmente e con scarsi risultati si otterrà una idonea garanzia!

la garanzia sarà unidirezionale: solo a favore della compagnia assicuratrice che avrà riscosso la rata!

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

rubino
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
913

Località
«Reali dominii al di qua del Faro»

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 09:31

"vordcienpion" ha scritto:
Robeci,non lo metto in dubbio.

Voglio solo sapere, se possibile, se la polizza sarebbe fattibile per singolo lavoro, e a cosa si va incontro se non la si stipula.
E ripeto, svolgendo lavori abbastanza semplici, certe volte non ne vedo l'utilità.

Quella convenzionata con il Colleggio, copre un massimale di 500.000 €, e costa 500 euro annui...non son pochi!!



Ma esistono (ancora) quei lavori abbastanza semplici di cui scrivi? Intendiamoci, il concetto di "semplicità" che leggo in filigrana non è la difficoltà nell'esecuzione della prestazione professionale quanto l'ipotetico e più o meno elevato rischio di procurare danni: la concezione che questa ipotesi si verifichi molto di rado è diffusa, in ambito catastale-topografico. Credo che oggi come oggi - e nemmeno ieri, per la verità - non si possa e non si debba dire che lavorare nel nostro ambito sia "semplice": tutti sappiamo quali sono le responsabilità del tecnico redattore e verso chi le abbia, come tutti possiamo immaginare scenari devastanti, in termini di soldi: prendiamo, ad esempio, l'annullamento del frazionamento di una lottizzazione che, in seguito al sopralluogo dell'Ufficio, risultasse scorretto ... atti nulli, fabbricati posizionati diversamente ...
Ogni giorno questa professione diventa sempre più "difficile": le responsabilità aumentano a vista d'occhio, non c'è il tempo per lavorare con calma (Ma perchè tutto serve per ieri? Certi giorni qui sembra una pizzeria: ci manca solo che facciamo le comande tipo "una margherita al 7") e con l'ansia di far presto si possono fare errori gravissimi ...
L'assicurazione ci vuole e visto che dobbiamo arrivare a 67 anni per prendere la pensione, cerchiamo di toglierci qualche pensiero.
Di contro, è un dato di fatto che non ci si debba fidare di banche ed assicurazioni, quindi impegniamo il tempo diversamente e facciamo un servizio utile all'umanità: chi ha già contratto polizze ce ne parli e ci dica cosa ne pensa, magari riusciremo anche a confrontarle e a scegliere bene.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa
(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
8919

Località
San Severino Marche

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 09:55

Sì Rocco, hai perfettamente ragione!

essendo un pensionando di vecchio stampo, ed ormai ho disdetto la polizza fatta già da 10 anni, l'esperienza più negativa l'ho scoperta proprio quando ho dato la disdetta ( pensa che pretendevano la disdetta per scritto sei mesi prima, pur se il contratto decennale era in scadenza!) e questa esperienza negativa l'ho scritta nel mio messaggio precedente!

altra condizione da dover trattare e risolvere per scritto e risultante in contratto deve essere la possibilità di recesso non alla scadenza contrattuale di dieci anni ma in qualsiasi momento.

le condizioni contrattuali spuntate dal CNG+GL e descritte nella circolare n. 991 del 26gen2012 mi sembrano buone:
- copertura per tutte le attività proprie del geometra.
- copertura per le attività svolte dal geometra di cui è stata dai giudici riconosciuta l'incompetenza.
- copertura per le attività del geometra nel campo della mediazione/conciliazione.
- copertura per tutte le attività anche in caso di patteggiamento.

altri suggerimenti?

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

rubino
(GURU)

Iscritto il:
04 Febbraio 2005

Messaggi:
913

Località
«Reali dominii al di qua del Faro»

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 11:13

E' importante che copra un periodo posteriore alla stipula (retroattività). Che io sappia, non è offerto di default ed è uno degli elementi che concorrono ad elevare il prezzo. Incide anche il massimale (che impongono, per esempio, le società del gruppo ENI)

P.S.: Ragioniamo sull'opportunità di scrivere il nome della compagnia di cui si descrive la polizza.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa
(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
8919

Località
San Severino Marche

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 11:29

"rubino" ha scritto:
....
P.S.: Ragioniamo sull'opportunità di scrivere il nome della compagnia di cui si descrive la polizza.



Starei attento a non citare nomi troppo impropriamente, si potrebbe incorre in errori sostanziali:

1) fare una pubblicità indebita..... positiva solo per le compagnie citate!

2) fare una pubblicità negativa indebita..... correndo un grosso rischio inutile!

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

robeci

Iscritto il:
09 Gennaio 2005

Messaggi:
804

Località
Toscana

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 14:08

"vordcienpion" ha scritto:
Robeci,non lo metto in dubbio.

Voglio solo sapere, se possibile, se la polizza sarebbe fattibile per singolo lavoro, e a cosa si va incontro se non la si stipula.
E ripeto, svolgendo lavori abbastanza semplici, certe volte non ne vedo l'utilità.

Quella convenzionata con il Colleggio, copre un massimale di 500.000 €, e costa 500 euro annui...non son pochi!!



Non prendertelo come attacco personale.
Non voglio entrare nel merito di come siano fatte le polizze e quanto costano, io vado all'aspetto economico del costo del lavoro. Quelloc he vorrei e di cui avevo già parlato in precedenza e che tutti lavorassero ad armi pari, che certi costi "imposti" fossero uguali per tutti, così non vi sarebbero nelle gare ribassi "impossibili" o tecnici che offrono prestazioni a prezzi "ultra stracciati".
Anche io potrei dirti che per fare un frazionamento "semplice" per un ente pubblico non è necessaria la polizza professionale, ma molte volte se non ce l'hai non puoi partecipare neppure alla gara e non sempre poi la vinci ...

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

geoalfa
(GURU)

Iscritto il:
02 Dicembre 2005

Messaggi:
8919

Località
San Severino Marche

Inviato: 28 Gennaio 2012 alle ore 18:46

Roberto,
mi meraviglio che ancora non riesci a capacitarti che questo sarà l'ambiente in cui dovrete operare in futuro!

Bersani docet :!: :!: e Monti facit :!: :P :P :P

e che pretendevi che per appianare i debiti, Monti e C, si fossero rivolti alle casse delle banche e dei banchieri?

povero illuso!!!!

:oops: scusa ma mi ci hai tirato dentro con forza a risponderti così :oops:

certo che quell'asta pubblica vicino casa tua, che ti ha fregato il palermitano con un ribasso del 70% :!: :!: ..... ti ha segato :!: :!:

più che rodermi, al posto tuo, ora farei un pressing assillante per controllare se il lavoro di fatto lo fa l'incauto prestanome ( :?: ) oppure qualche tecnico comunale :!: :!: :?: :?: o qualche personaggio ammanicato magari paesano o prente del firmaiolo!!!!! :wink: :wink: :roll: :arrow: :arrow:

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

robeci

Iscritto il:
09 Gennaio 2005

Messaggi:
804

Località
Toscana

Inviato: 29 Gennaio 2012 alle ore 17:58

"geoalfa" ha scritto:
Roberto,
mi meraviglio che ancora non riesci a capacitarti che questo sarà l'ambiente in cui dovrete operare in futuro!

Bersani docet :!: :!: e Monti facit :!: :P :P :P

e che pretendevi che per appianare i debiti, Monti e C, si fossero rivolti alle casse delle banche e dei banchieri?

povero illuso!!!!

:oops: scusa ma mi ci hai tirato dentro con forza a risponderti così :oops:

certo che quell'asta pubblica vicino casa tua, che ti ha fregato il palermitano con un ribasso del 70% :!: :!: ..... ti ha segato :!: :!:

più che rodermi, al posto tuo, ora farei un pressing assillante per controllare se il lavoro di fatto lo fa l'incauto prestanome ( :?: ) oppure qualche tecnico comunale :!: :!: :?: :?: o qualche personaggio ammanicato magari paesano o prente del firmaiolo!!!!! :wink: :wink: :roll: :arrow: :arrow:



Bersani prima e Monti poi, per quanto mi riguarda, non hanno cambiato niente perchè la tariffa professionale non sono mai riuscito ad applicarla (per poter lavorare) e la polizza professionale ce l'ho da dieci anni.
Quanto a quello che ha vinto la gara facendo il ribasso del 70% a Capannori ed il 78% da un'altra parte, buon per lui se riesce a lavorare a così poco. Se poi il lavoro sarà fatto da lui o da altri, bene o male, dovrà essere controllato dal responsabile del procedimento che glielo ha assegnato o magari da quell'altri 52 tecnici che avevano partecipato .... io ormai a certe cose ci sono abituato da molto tempo.

Devi essere un utente registrato per rispondere a questo messaggio
 
 

 

Pagine:  3 - Vai a pagina precedente successiva

Parole da cercare:
Cerca su:


 
Amici:

Dioptra

Sito dove poter scaricare SpyPRE III e OK_Pregeo

» Consulta l'elenco di tutti i nostri amici «

© 2003-2014 Ezio Milazzo e Antonino S. Cutri'
HOME  |   NEWS  |   SONDAGGI  |   EVENTI  |   FAQ  |   FORUM  |   GLOSSARIO  |   GUIDE
RECENSIONI  |   NORMATIVA CATASTALE  |   ALTRE NORMATIVE  |   DOCUMENTI  |   DOWNLOADS
LINKS  |   GURU  |   FIDUCIALI E MISURATE  |   BLOG
Chi siamo -  Contatti -  Informazioni legali -  Termini di utilizzo -  Proprietà intellettuale -  Privacy Realizzazione: antoninocutri.com